Per scrivere un buon articolo devi rispettare alcune regole. Le prime righe (che in gergo giornalistico si chiamano “attacco”) devono contenere tutte le notizie fondamentali di ciò che vuoi raccontare e cioè:

·         CHI = la persona o le persone coinvolte nell’avvenimento

·         COSA = il fatto stesso

·        DOVE = il luogo in cui il fatto è avvenuto

·         QUANDO  = il giorno in cui il fatto è avvenuto

·         PERCHE’ = i motivi per cui il fatto è avvenuto

·         COME = in che modo il fatto è avvenuto.

Non è necessario scrivere le notizie sempre in questo ordine, purché tutti questi elementi siano presenti nelle prime 5 righe.

Dopodiché l’articolo può continuare fornendo ulteriori notizie o approfondendo alcuni aspetti. E’ importante essere molto precisi. Per esempio, non basta dire che a una certa gara sportiva hanno assistito molti spettatori; bisogna riuscire a scoprire quanti erano.

L’ideale, poi, è cercare di intervistare un paio di persone coinvolte nell’avvenimento descritto nell’articolo, per avere la loro opinione e riportarla ai lettori. Il tutto senza esagerare con la lunghezza: meglio non superare le 30-40 righe.

Puoi lavorare da solo o in gruppo, con i tuoi amici. In questo ultimo caso, potete dividervi i compiti: uno di voi si incarica di fare le interviste, un altro di scoprire i dettagli “segreti”, un altro ancora di mettere insieme le notizie raccolte e scrivere il pezzo. E così via.

Non dimenticare che ogni articolo deve avere un titolo (di una riga) e un sommario (di due righe).

·         Il TITOLO deve attirare l’attenzione del lettore e incuriosirlo.

·         Il SOMMARIO è un brevissimo riassunto dell’argomento trattato nel pezzo.

 

E ora, buon lavoro!